Classi seconde

Stupor mundi – Lo stupore del mondo

La matematica, linguaggio universale

fibonacciEccoci giunti.. nel Medioevo! Siamo in Sicilia, alla corte di Federico II. Dal re si presenta un giovane originale, lo chiamano Fibonacci. Ma cosa vuole? Una borsa di studio per imparare la matematica e insegnarla al popolo! E perché mai dovremmo studiarla, scusa? Ed eccolo a guidarci in un viaggio nel tempo e nei luoghi della matematica.. -dai sumeri ai greci, dagli arabi ai cinesi- ..alla scoperta di quelle conquiste che hanno reso possibili i numeri, le operazioni e le forme geometriche. Re Federico, affascinato dal racconto, continua a rimandare la partenza per le crociate e finisce per appassionarsi a questa scienza, nata dalla collaborazione di tante culture diverse e lontane tra loro.

Contenuti didattici: Cenni di storia della matematica, i numeri e le operazioni di base, i simboli matematici, cenni di teoria degli insiemi, cenni di geometria piana, valore interculturale della matematica.

Allo spettacolo è possibile affiancare il laboratorio:

Meditterangolo

Laboratorio di scoperte geometriche
a cura di Museo Farfalla

Attorno al Mediterraneo – forse complice la poesia di orientarsi nel mare infinito, forse utile suddividere efficacemente il poco terreno fertile, forse indispensabile l’urgenza di costruire delle mura che stessero in piedi – è nata, tra le altre, la meravigliosa scienza dello spazio: la geometria.
Gli assiri se ne sono serviti per affettare il cielo e scansire il tempo, i babilonesi per dividere l’Uno in frazioni, gli Egizi, per Calcolare appezzamenti (e tributi al faraone), i Greci per dare sostanza all’ideale di bellezza, i Romani per costruire monumenti alla loro supremazia, gli Arabi per rappresentare l’estasi divina.

Il laboratorio unisce allora – attraverso poche parole e molte proposte di lavoro – tre obiettivi: 1) cogliere il fascino di padroneggiare figure “magiche” come quelle geometriche, dalle mille proprietà 2) dare conto di come ogni cultura abbia contribuito a formare il Sapere cui noi oggi attingiamo, dimentichi di ereditare tante civiltà distinte; 3) lasciare agli insegnanti dei materiali didattici interessanti e poco noti su come fare pedagogia matematica attraverso la geometria.

Durata: 100’