Classi quarte

Mesopotamia

La culla della civiltà tra Tigri ed Eufrate

Tutte le grandi civiltà nascono accanto ad un grande fiume, ma la prima di tutte l’hanno cullata in due, il Tigri e l’Eufrate, cui diamo la parola perché ci guidino nel viaggio in cui conosceremo i Sumeri, gli Assiri e i Babilonesi. Faremo rotolare la prima ruota, innalzeremo la prima ziqqurat e ci riposeremo nei giardini pensili di Babilonia. Dovremo imparare a leggere e scrivere, o non capiremo le leggi di Hammurabi, il primo re a metterle per iscritto, e rischieremo di essere arrestati dal primo esercito regolare, trasportato, ovviamente, dai primi carri da guerra. L’eroe Gilgamesh ci racconterà poi le sue incredibili imprese e come alla fine abbia dovuto cedere alla corrente della vita, che scorre incessante come i fiumi che cullano le civiltà.

Contenuti didattici: Invenzione della scrittura e nascita della storia, della letteratura, del diritto e della matematica. La civiltà dei fiumi: importanza dell’acqua, posizione chiave della Mesopotamia. Gilgamesh, il primo eroe letterario, i grandi temi dell’epica sumerica: La forza dei sovrani, il passaggio dallo stato di natura alla civiltà, l’amicizia e la competizione, la paura della morte, la trasmissione alla posterità.

Allo spettacolo è possibile affiancare il laboratorio:

Ur…ka!

Laboratorio sulla nascita della scrittura
A cura di Museo Farfalla

Il passaggio dal pensiero espresso a voce (conquistata peraltro con millenni di sforzi) al pensiero fissato per iscritto, rappresenta un punto a favore della titanica lotta dell’Uomo contro il suo principale nemico, il Tempo, creatura che tutto divora. Il mostro viene addomesticato, d’ora in avanti si chiamerà Storia. Una incisione sul legno, un graffio sulla pietra, ti spiegano in che direzione andare o chi vive in questi boschi anche se non ci sono io a dirtelo. Delle lettere, poi funzionano anche meglio, le possono scrivere e capire tutti, anche quelli che non sono bravi a disegnare.

Nella città di Ur in terra di Mesopotamia, per quello che conosciamo oggi, il disegno diventa segno, nasce la scrittura, necessaria a organizzare il commercio e la fede. La grande ruota della Storia con la esse maiuscola prende a girare. Ma come scrivevano i pochi che sapevano scrivere allora? Mettiamoci alla prova con un bel panetto d’argilla e dei calami. Sapreste scrivere il vostro nome di battesimo? E quello con cui venire ricordati? Perché Memoria è la dea che protegge ancora oggi da Tempo…

Durata: 100’