2° ciclo

Bulli e pupe

Laboratorio-spettacolo per una scuola nonviolenta

Con il bullismo non si scherza, ma non per questo si deve rinunciare a parlarne in maniera semplice con i ragazzi di tutte le età. Nello spettacolo, gli attori rappresentano brevi scene in cui si riconoscono i meccanismi tipici del bullismo attraverso esempi pratici. Stabilita insieme questa grammatica di base dei comportamenti scorretti, saranno i ragazzi stessi a proporre agli attori un finale alternativo. Le scene saranno dunque ripetute mettendo in scena la soluzione nonviolenta del conflitto, con il finale scelto dai ragazzi.

Contenuti didattici: Che cos’è la violenza e che cos’è il bullismo. Possibilità di riconoscere, rifiutare e prevenire i fenomeni di bullismo. Dinamiche di inclusione ed esclusione: l’amico e il nemico. Il coraggio e la paura. Il ruolo degli adulti. Bullismo e tecnologia, nascondersi dietro a uno schermo. Verso una soluzione nonviolenta dei conflitti.

Allo spettacolo è possibile affiancare il laboratorio:

ED.UMA.NA

Educazione umanista alla nonviolenza attiva
A cura di Centro di Nonviolenza Attiva

Il laboratorio ED.UMA.NA per le scuole primarie permette la sperimentazione dei contenuti didattici attraverso alcuni dispositivi pedagogici che possono essere applicati quotidianamente in classe. Impareremo a costruire gli strumenti per l’ascolto, l’angolo della riconciliazione e le carte che aiutano al buon dialogo. Il laboratorio coinvolge gli alunni e le alunne e consegna ai docenti alcuni strumenti pratici per proseguire la pratica esperienziale della nonviolenza attiva nelle relazioni in classe, per ampliare le competenze comunicative-relazionali e le capacità di collaborazione e inclusione.

Durata: 2 incontri da 2 ore